Il soffocamento durante il sesso si è trasformato in una relazione violenta — 2021

Fotografato da Eylul Aslan Avvertenza: quanto segue include dettagli che alcuni lettori potrebbero trovare angoscianti. Il mio ex ragazzo era un sogno. Aveva incontrato la mia famiglia, era stato il mio complice per il matrimonio di mio fratello, aveva incantato mio padre, mi aveva chiesto di andare a vivere con lui, mi aveva comprato dei fiori e mi aveva detto che mi amava. Ero beatamente felice, finché un giorno abbiamo fatto sesso ei miei sentimenti nei suoi confronti sono cambiati completamente. Mi ha schiaffeggiato, strangolato finché non ho soffocato, mi ha sputato addosso e mi ha chiamato troia. Mi sono sentito completamente degradato, umiliato e insultato dall'uomo che amavo. Eravamo insieme da un paio di mesi quando iniziò questo modello di comportamento sessuale. Ci mettevamo a letto, ci baciavamo e ci spogliavamo, e poi sarebbero seguite le 'chiacchiere sporche'. Mi chiamava puttana e puttana e mi chiedeva se ero stata 'una brava ragazza' e tenevo le gambe chiuse mentre lui era via. Man mano che il sesso andava avanti, mi dava uno schiaffo in faccia, mi sputava in bocca, mi avvolgeva la mano intorno al collo e stringeva finché non fossi rimasto senza fiato. Ero così scioccato e intimidito da questo nuovo aspetto della nostra vita sessuale che non sapevo cosa fare. Gli avrei detto di fermarsi, di togliermi le mani dal collo e di dire che non mi piaceva essere trattato in questo modo, ma il suo comportamento continuava ogni volta che facevamo sesso, non importa quanto dicessi di no. Ha semplicemente detto che questo era ciò che lo eccitava e non era un grosso problema.Annuncio pubblicitarioSo cosa stai pensando: se non sei felice, vattene. Esci. Direi lo stesso a qualsiasi amico a cui stava succedendo questo. È solo quando ti trovi in ​​questa situazione che ti rendi conto di quanto sia difficile voltare le spalle a qualcuno che ami e con cui vuoi stare. La mia autostima era lentamente diminuita al punto da credere che questo era il modo in cui sarei stato trattato per sempre, che amavo quest'uomo e questo era il sacrificio che dovevo fare per stare con lui. Mi sono rassegnato al fatto che questa fosse la nostra vita sessuale, ma temevo ogni volta che facevamo sesso. Non l'ho detto agli amici o alla famiglia perché ero imbarazzato per come mi trattava, e per la mia pudicizia e antipatia per questo 'nodo'. Quando ami qualcuno, è sorprendente come la tua mente razionalizzi ogni traccia di dubbio. Mentre la nostra relazione andava avanti, la verità sulle sue eccitazioni divenne evidente. Guardava il porno ogni giorno senza fallo, anche quando pensava che dormissi accanto a lui. Ho guardato la sua storia di Internet e il porno era grafico, violento e degradante per le donne; ragazze tenute su per la gola in gang bang o che emulano scene violente e orribili di stupro. Durante il nostro sesso, non potrebbe mai raggiungere l'orgasmo senza finire se stesso; non veniva mai durante il rapporto, finiva sempre con lui accanto a me, che si masturbava e mi faceva baciare i piedi o accarezzargli le gambe. Cercava di costringermi a fargli sesso orale spingendomi la testa in basso e quando rifiutavo, diceva che non ero abbastanza stravagante.Annuncio pubblicitarioDopo mesi di questo, ho iniziato a credere ai suoi insulti: che non ero perverso, ero un puro, noioso, non abbastanza sottomesso, ed era stupido da parte mia essere così in ansia per la nostra vita sessuale. Ci è voluta la nostra dolorosa rottura per farmi capire. Ha concluso le cose con me (tramite e-mail, voglio aggiungere) dopo un anno di appuntamenti, dicendo che non potevamo lavorare a lungo termine. Avevo il cuore spezzato e continuo a non pensare di averlo superato, cosa che trovo frustrante. Ma ho anche provato sollievo per non dover fare sesso con lui mai più o per farmi sentire male per non avergli permesso di sputarmi in bocca mentre mi chiamava puttana. È solo con il senno di poi e confidando in famiglia e amici che sono in grado di vedere che non ho colpa per quanto riguarda la nostra vita sessuale. Sono una donna di 27 anni e posso dire quello che mi piace e quello che non mi sento a mio agio a letto. Avere qualcuno che ti sminuisce, ti umilia e ti chiama puttana quando non ti va bene è inaccettabile. Non fraintendermi, sono totalmente a favore della liberazione sessuale - qualunque siano i tuoi difetti, provaci ed esplora le tue preferenze sessuali - ma non a costo del benessere, della fiducia e della dignità di qualcun altro. Sono rimasta con la mia ex principalmente per amore. Mi fidavo di lui, mi faceva ridere e faceva sempre quello che diceva che avrebbe fatto, ma anche le mie finanze hanno giocato un ruolo importante. Durante i miei anni di tirocinio presso riviste, non avevo mai guadagnato abbastanza per mantenermi, specialmente nella mia città natale, dove l'affitto era costoso. Quando il mio ex mi ha chiesto se volevo vivere con lui senza l'affitto dopo solo due mesi di appuntamenti, ho colto al volo l'occasione. Potrei lavorare come freelance e non preoccuparmi dei soldi. Mi sono trasferito ma ho scoperto che non riuscivo ancora a guadagnare abbastanza per tirare avanti, figuriamoci per risparmiare. Sapevo che se ci fossimo lasciati avrei dovuto trasferirmi a casa, poiché non avevo un deposito per un nuovo posto. Questo tipo di paura finanziaria è il motivo per cui molte donne non lasciano relazioni violente, incompatibili o miserabili. Il problema dei senzatetto è una prospettiva molto reale e terrificante. Ho avuto la fortuna di sapere che la mia famiglia sarebbe sempre stata lì per me, qualunque cosa accadesse. Lo apprezzo oltre ogni immaginazione e nutro una solidarietà incrollabile per coloro che non hanno lo stesso. Rimani per la sopravvivenza.Annuncio pubblicitarioLa violenza durante il sesso consensuale è la realtà inespressa delle relazioni moderne. È venuto alla ribalta sui media con la tragica morte di Grace Millane, la 21enne britannica con lo zaino in spalla che viaggiava in Nuova Zelanda. È stato ampiamente riferito che Grace è morta come parte di un atto sessuale 'andato storto', mentre in realtà si trattava di un uomo che soffocava una donna a morte, quindi si sbarazzava del suo corpo. Quando la difesa ha sostenuto che Grace aveva acconsentito a questo atto, ci fu un tumulto: come può qualcuno acconsentire all'omicidio? In risposta alla morte di Grace, una ricerca per la BBC Radio 5 Live ha rivelato che oltre un terzo delle donne britanniche ha subito violenze indesiderate durante il sesso consensuale . Questo velo di 'consenso' rende il perseguimento di qualsiasi tipo di accusa un'area grigia. La violenza durante il sesso consensuale non è esclusiva dei rapporti occasionali, ovviamente; può succedere con la persona di cui ti fidi di più e con cui stai da molto tempo. Il 'consenso' consente agli uomini (e alle donne) di cavarsela nel trattare le persone in questo modo. Sì, avevo una relazione con quest'uomo e avrei potuto fare di più per fermare il suo comportamento. Ma quando sei avvolto nell'incubo a volte è più facile ingoiare il tuo orgoglio e assecondarlo, per mantenere la pace e un tetto sopra la tua testa.Annuncio pubblicitarioRipenso alla mia relazione con sentimenti contrastanti. Amavo quest'uomo e volevo passare la mia vita con lui, ma non posso fare a meno di pensare che mi sentirò diversamente una volta che sarò guarito emotivamente e avrò riacquistato la mia autostima. Imploro i miei amici di difendere se stessi, di dire ai loro fidanzati ciò che credono sia - e non sia - accettabile in una relazione. Penso che sia ora di mettere in pratica ciò che predico. Con l'aiuto della famiglia e degli amici, la consulenza e facendo più esercizio, sto cominciando a vedere oltre questo e ad imparare da esso: diventare più forte mentalmente e fisicamente ed essere in grado di difendere me stesso, è il mio obiettivo. 'La legge è molto chiara su questo tema: il consenso deve essere ottenuto (e dato liberamente) per ogni atto sessuale', afferma Adina Claire, co-CEO facente funzione di Aiuto alle donne . 'Non è assolutamente vero che, quando una donna acconsente a un atto sessuale, ha dato al suo partner il permesso di fare quello che vuole e nessun uomo ha il diritto di sottoporre il proprio partner a violenza fisica'. Se hai subito violenze sessuali e hai bisogno di assistenza in caso di crisi, chiama il Linea diretta per aggressioni sessuali RAINN al numero 1-800-656-HOPE (4673).