Le donne taglie forti condividono le loro frustrazioni per lo shopping — 2021

Fotografato da Renell Medrano. 'Non voglio capi fast fashion che cadono a pezzi dopo essere stati indossati. Non indosso capi base costosi che costano il doppio o il triplo del prezzo che valgono. Non voglio un altro vestito da body-con, né voglio un muumuu. Voglio oggetti che si adattino al mio corpo '. 'Ci viene detto che i marchi non possono permettersi di produrre indumenti con lo stesso margine per noi delle nostre controparti più piccole perché il costo del tessuto necessario per coprire il nostro corpo è troppo alto'.

Dono del giorno

Alexandra consiglia:Collana Miele Mejuri$ 65,00Acquistare 'Da adulto, ho sempre lottato per trovare stivali alti al ginocchio, o proprio sotto il ginocchio, che si adattassero ai miei polpacci - a questo punto, mi sono sostanzialmente rassegnato a non indossarne mai più.' Annuncio pubblicitarioQueste sono solo alcune delle dozzine di risposte che ho ricevuto dopo aver chiesto alle donne taglie forti cosa le ha frustrate dello shopping, sia prima che durante la pandemia. E mentre i dettagli variavano naturalmente da persona a persona, un tema generale suonava vero in ogni conversazione: l'industria della moda non si preoccupa molto di vestire le donne taglie forti e lo dimostra nelle opzioni che offre loro. A luglio, l'influencer plus size e stilista Gabi Gregg - o, come la conoscono la maggior parte dei suoi 814.000 follower su Instagram, Gabi Fresh - ha chiamato Topshop su Twitter per aver pubblicizzato un blazer come 'oversize' su un modello sottile nonostante non offra taglie superiori a 14. Il suo tweet diceva: 'Quando i marchi dicono che è troppo costoso aggiungere taglie forti a causa della quantità di tessuto necessaria, ma poi fare cose come questa lol. ' Sopra Instagram , ha aggiunto: 'Se puoi realizzare un blazer di taglia 22 per una ragazza di taglia 6, puoi creare un blazer di taglia 22 per una ragazza di taglia 22 da indossare'. Il post è piaciuto a più di 78.000 persone. I 1,4k commenti sono pieni di lamentele di donne vere su come lo spazio di vendita al dettaglio plus-size li abbia delusi.
Visualizza questo post su Instagram

se puoi realizzare un blazer di taglia 22 per una ragazza di taglia 6 da indossare, puoi realizzare un blazer di taglia 22 per una ragazza di taglia 22 da indossare.

Un post condiviso da Notte (@gabifresh) il 29 luglio 2020 alle 11:19 PDT

E Topshop non è certo l'unico marchio colpevole di questo. Zara, & Other Stories, Free People e altri marchi di moda con prezzi e stili simili hanno anche progettato articoli volutamente oversize per la loro clientela pur continuando a non offrire opzioni oltre la taglia 14. 'Sottolinea una tendenza inespressa nella moda, che è quella qualunque cosa indossi una celebrità magra diventa trendy, ma le stesse regole non si applicano alle donne plus ', afferma Annika Chaloff, fondatrice del marchio di lingerie per taglie forti Hey Mavens . 'Pantaloncini da ciclista, magliette larghe, mom jeans e scarpe da ginnastica pesanti sono buoni esempi di tendenze generalmente accettate solo su corpi magri'.Annuncio pubblicitarioÈ importante notare che le donne taglie forti non vogliono che i marchi gettino semplicemente un po 'di tessuto in più su un design realizzato per taglie dritte, lo etichettano come taglie forti e si diano una pacca sulla schiena. Sotto il tweet di Gregg, un utente di nome Elena ha risposto con: 'Non dare loro idee, cuciranno una targhetta di taglia XXL e lasceranno i piccoli fori per le braccia', dimostrando quanto poca fiducia la comunità delle taglie forti abbia in termini di qualità e design dei capi quella fare vieni nella loro dimensione. “Voglio che si presti attenzione a design e strutture in modo che gli indumenti si adattino mio 'dice Audrey Sopata, acquirente della Universal Standard. Il caso delle tendenze dell'abbigliamento “oversize” è solo uno dei tanti aspetti deludenti dello shopping come donna plus size. L'assoluta mancanza di opzioni è stata una delle frustrazioni più comuni che mi sono state espresse. “Se dovessi scegliere una cosa, vorrei solo farlo vedere ALTRE opzioni per taglie forti ', afferma Chaloff. 'Voglio vedere più negozi e marchi che trasportano e creano più stili. Voglio vedere più modelli plus utilizzati nelle campagne. Voglio vedere più etichette in arrivo sul mercato che soddisfano le taglie forti. Di più di più di più!' Chaloff continua ribadendo l'importanza di preservare il design degli indumenti poiché la taglia viene aumentata da una taglia diritta. Le donne taglie forti vogliono ancora vestiti che ti stiano, il che non è chiedere molto. “Spesso, l'integrità del design di un pezzo viene distorta quando viene classificato in una dimensione maggiore, o perché le proporzioni non sono attentamente considerate o perché vengono aggiunte cuciture o pannelli extra per accogliere un corpo più grande. Alcuni di questi cambiamenti sono necessari per mantenere una vestibilità adeguata, ma è un peccato quando il design originale di un capo è compromesso. 'Annuncio pubblicitarioE non è solo abbigliamento. I designer di gioielli, calzature e accessori devono anche essere all'altezza e offrire opzioni più ponderate per le donne di taglia 14 in su. Alyssa Kaplan, la fondatrice di Lo Scrunchie Club , un marchio di accessori che si rivolge a donne e persone non binarie di tutte le taglie, ha provato frustrazione quando ha acquistato stivali della sua taglia. Kaplan spiega che nel cercare di trovare un paio di stivali al ginocchio, si è resa conto che raramente i marchi di calzature realizzano stili alla moda che sono abbastanza larghi al polpaccio da adattarsi a lei, tanto che lei ha rinunciato completamente alla silhouette. Per dimostrare che non era sola in questa lotta, Kaplan ha condotto un sondaggio lo scorso anno che ha mostrato che il 95,3% delle donne (96% dei 275 intervistati identificati come plus-size) ha avuto problemi a comprare stivali che si adattassero ai loro polpacci. Sopata, una scarpa larga 11, dice che la maggior parte dei negozi non supera la taglia 10; se lo fanno, raramente portano una taglia ampia. 'Per trovare una nuova scarpa che mi calzi e che mi piaccia, di solito devo andare a caccia in profondità che mi richiede di ordinare online e sperare per il meglio', dice. Anche l'industria della gioielleria per taglie forti è limitata. L'anno scorso, il fondatore del popolare blog di moda e lifestyle plus size Lo stile dodicesimo Katie Sturino ha detto Il rapporto Zoe
ZX-GROD
che 'l'attuale stato di inclusività delle taglie nel settore della gioielleria è quasi inesistente'. Ha continuato spiegando che mentre l'industria ha 'pesci più grandi da friggere', c'è ancora una 'chiara esigenza di dimensionamento esteso nei gioielli. Ogni articolo disponibile in taglie dritte dovrebbe essere reso disponibile anche in versione estesa, e so che esiste un mercato per questo proprio come per i vestiti. ' Anche le borse, che spesso vengono interpretate erroneamente come taglia unica, devono migliorare il loro gioco quando si tratta di modelli a tracolla e borse a tracolla.Annuncio pubblicitario'

'Non è così divertente per i tuoi amici vederti scoraggiare e dover lasciare un negozio a mani vuote perché semplicemente non vendono la tua taglia',

- Audrey Sopata 'Il problema del posizionamento in negozio - specialmente nei grandi magazzini, che sono spesso alcuni degli unici luoghi in cui le donne di 14 anni e oltre possono trovare una gamma di articoli della loro taglia - continua a deludere anche molte donne taglie forti . 'I marchi che offrono una gamma più ampia di taglie in un grande magazzino dovrebbero avere tutti i loro vestiti esposti uno accanto all'altro', afferma Sopata. Pone due domande valide: (1) 'Perché Calvin Klein a taglia normale è al piano inferiore, ma Calvin Klein a taglie forti è al piano di sopra e nell'angolo?' e, (2) 'In che modo separare plus e straight mi incoraggia a fare acquisti con un gruppo di amici quando sono già separato da loro?' Per Sopata, l'atto stesso di dover trascinare le sue amiche in una parte completamente diversa del negozio solo per 'essere deluso dal fatto che nessuno dei vestiti carini che hai visto al piano inferiore è disponibile per te da indossare' toglie il divertimento dello shopping con gli amici - o per niente - interamente. 'Inoltre, non è così divertente per i tuoi amici vederti scoraggiare e dover lasciare un negozio a mani vuote perché semplicemente non vendono la tua taglia', aggiunge. Sopata non è la sola a lamentarsi. Quando Emma Grede e Khloé Kardashian hanno lanciato il loro marchio di denim inclusivo di taglie Good American a Nordstrom, hanno fatto pressione sul rivenditore con sede a Seattle perché vendesse tutti i loro prodotti nella sezione denim firmato, indipendentemente dalla taglia. 'Abbiamo fondato Good American perché vogliamo che le esperienze di acquisto delle donne abbracciano il nuovo ideale del corpo', Grede ha detto a Nordstrom al momento del lancio. 'È semplicemente pazzesco che abbiamo ancora le taglie forti e stiamo dividendo gli amici che fanno acquisti insieme in reparti diversi in base alle loro dimensioni.' Secondo Digiday , l'insistenza del duo è stata un momento 'a-ha' per il rivenditore. Da allora ha iniziato a implementare tattiche di merchandising più inclusive sia nei negozi che online. Nordstrom ha anche aumentato il budget per le taglie forti.Annuncio pubblicitarioAnche con i progressi di Nordstrom e altri, il settore dei grandi magazzini spesso è ancora insufficiente. 'Proprio di recente, mentre visitavo la mia famiglia a Orlando, ho scoperto che la sezione taglie forti di Macy's è ancora nascosta in fondo a un piano alto', mi dice Sopata. “Tornando a quella sezione, puoi vedere i vestiti diventare sempre meno alla moda; i design sprezzanti e la mancanza di stile indicano che ora devi essere nella sezione taglie forti del negozio. Dopo la rivoluzione delle taglie forti avvenuta negli ultimi sette anni circa, non riesco a credere che questi abiti poco lusinghieri offerti alle taglie forti nei grandi magazzini siano ancora una cosa ', dice. Ha ragione: l'industria della moda ha fatto molta strada da Eloquii, un punto di riferimento per le donne taglie forti che desiderano abbigliamento di qualità che sia anche alla moda e conveniente, lanciato nel 2012. Le offerte di lusso sono aumentate notevolmente negli ultimi anni con il lancio di un rivenditore di designer di taglie forti 11 Honoré nel 2017, seguito dal marchio di abbigliamento da lavoro firmato dalla redattrice di moda taglie forti Lauren Chan Henning nel 2019. Marchi di moda come Anthropologie, J.Crew, H&M e Mango hanno tutti introdotto taglie estese e Universal Standard ha ulteriormente aumentato la sua gamma di taglie già storica. Dopo il lancio nel 2016, Good American è diventata una buona risorsa per le donne taglie forti per trovare denim, abbigliamento sportivo e ora loungewear che si adattano bene alle loro proporzioni uniche. Un marchio, Pari Pass , sta cambiando il modo in cui gli indumenti per taglie forti vengono tagliati interamente, progettando in base alla forma del corpo piuttosto che a un numero. Ma nel 2020, quando nulla è certo e le aziende chiudono a destra ea manca, le vittorie che l'industria delle taglie forti ha visto negli ultimi anni non sono necessariamente scolpite nella pietra. Infatti, Ascena Retail Group, che possiede e gestisce marchi plus size come Lane Bryant e Cacique, è stata recentemente costretta a chiudere tutti i 264 punti vendita di Catherines. (Le risorse di proprietà intellettuale di Catherines sono state vendute al marchio australiano City Chic Collective.) La società madre ha inoltre chiuso definitivamente una serie di sedi di Lane Bryant e Lane Bryant Outlet. Lo slancio intorno alla moda taglie forti deve continuare, altrimenti la maggior parte delle donne negli Stati Uniti, quelle di cui lo sono taglia 16 a 18 - continueranno a sentirsi frustrati e esclusi quando acquistano qualcosa di semplice come i vestiti che indossano ogni giorno. Le cose sono già abbastanza difficili così com'è adesso: lo shopping non dovrebbe aggiungersi a questo.